Brindisi, Serra: “Per Brindisi serve un contratto d’area. La Regione agisca al più presto per promuoverlo con una progettazione seria e mirata”

Nota stampa del consigliere comunale del Movimento 5 Stelle.


 “Credo si debba smettere con il piangersi addosso invocando interventi dall’alto. I fondi ci sono e sono quelli del Recovery Fund; mancano progetti e una visione strategica di sviluppo. La Regione Puglia deve darsi una mossa”. Così il consigliere comunale del MoVimento 5 Stelle Brindisi Gianluca Serra. “Abbiamo bisogno – continua – di una visione chiara per coordinare i diversi interventi finanziari e favorire lo sviluppo locale.

L’ente che sta investendo sulla programmazione è la Regione Puglia.

Esiste già un piano strategico regionale che dovrà contribuire alla ‘definizione di specifici contratti d’area per il disinquinamento e la ricostruzione per Brindisi e Taranto’, eppure questo progetto attualmente interessa solo Taranto. La Regione deve avviare un ‘Piano strategico Brindisi Futuro Prossimo’ con le stesse risorse umane ed economiche.

Il contratto d’area, con l’intervento del governo, delle amministrazioni locali, le rappresentanze dei lavoratori e datoriali, è l’unico vero strumento per accelerare in maniera condivisa lo sviluppo e l’occupazione.

Brindisi su tali temi al momento sembra essere stata lasciata sola ed in questo la Regione Puglia ha delle grosse responsabilità, è ora che agisca perché il territorio non può più aspettare” conclude.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.