Il 23 settembre Brindisi ospita l’incontro con il Ministero della Cultura, verso la candidatura della Via Appia a Patrimonio Unesco

Procede l’iter per la candidatura della Via Appia nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO promossa dal Ministero della Cultura con la serie di quattro incontri, uno per ogni regione coinvolta, con gli attori dei territori interessati, finalizzata alla redazione del Piano di Gestione. L’invio della candidatura è previsto per gennaio 2023.

La città di Brindisi è stata selezionata dal Ministero della Cultura per ospitare venerdì 23 settembre presso Palazzo Granafei-Nervegna, a partire dalle ore 10, l’incontro di lavoro dedicato al territorio della regione Puglia, a cui parteciperanno gli amministratori di 25 comuni, e numerosi rappresentanti di enti ed istituzioni, associazioni, operatori culturali su invito del MIC.

L’iniziativa, coordinata dal Segretariato Generale del Ministero della Cultura e dalla Fondazione Santagata, consiste in uno spazio di lavoro e confronto dedicato al futuro Piano di Gestione e alle azioni di tutela, sviluppo sostenibile, valorizzazione e promozione della Via Appia.

Sono coinvolti anche Coldiretti e l’Istituto Alberghiero Sandro Pertini di Brindisi per la promozione delle produzioni locali.

Dalle ore 16:30 alle 18:30 presso la sala Gino Strada di Palazzo Granafei-Nervegna si svolgerà l’incontro aperto alla cittadinanza, per un confronto con le comunità del territorio. Sarà possibile partecipare liberamente, sia in presenza che in diretta streaming sulla pagina Facebook del Comune di Brindisi. In apertura verranno presentati i risultati del progetto Appia 2030, coordinato dal Comune di Brindisi, che coinvolge i Comuni del tratto brindisino della Via Appia: Mesagne, Latiano, Francavilla Fontana e Oria.


Appia2030 contribuisce alla candidatura UNESCO con proposte specifiche per il territorio di Brindisi e della sua provincia, realizzate nell’arco di quasi un anno di lavoro che ha previsto incontri con più di 250 persone nei 5 comuni sui temi della mobilità, dei servizi, della cultura, dell’ambiente, dello sviluppo rurale, della comunicazione e della creatività, per la valorizzazione culturale e il turismo. 

Brindisi ha inoltre ospitato professionisti provenienti da tutta Italia durante due residenze in cui sono stati prodotti 4 progetti pilota di valorizzazione territoriale in chiave creativa e turistica (arredi, installazioni artistiche, servizi di design) a disposizione delle amministrazioni comunali coinvolte per future realizzazioni e candidature a prossimi bandi.

Tra le prossime iniziative di promozione della Via Appia e di Brindisi, nel weekend del 2 ottobre verrà organizzato un ricco programma di eventi, escursioni e visite guidate il cui calendario verrà comunicato nei prossimi giorni.

Brindisi 23 settembre 2022

 


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.